Pagine

I Malcovenant



Qualche breve cenno sui Malcovenant. Visto che in nessun libro di Bisacquino se ne parla, tranne il Lucia nella sua monografia, ma solo perché produce l'atto del 1183 con il quale i Malcovenant donavano il territorio di Bisacquino al Vescovo di Monreale; in quanto l'erede andava in sposa ad un altro grande feudatario Roberto di Tarsia. I Malcovenat, erano una famiglia normanna, che avendo aiutato il conte Ruggero, gli erano stati donati dei feudi. Fu una delle prime famiglie baronali della Sicilia. Gli erano stati concessi nel 1076 le baronie di Calatrasi, di Busacchino e di Racalmuto. Nel 1160 però Calatrasi che era una fortezza che si trovava vicino il paese di Roccamena venne riconquistata dagli arabi. I Malcovenant, riuscirono a fuggire tramite una galleria segreta e poi raggiunsero Bisacquino. Anche a Bisacquino esiste con certezza una galleria segreta, ora che con Palermo che è diventata città della cultura per il 2018, soprattutto per i suoi siti arabo - normanni, speriamo che da parte degli studiosi ci sia un interessamento per il nostro paese, in particolare per i cortili di via Florena, per l'arco dell'Orto, dove dovette sorgere il primo luogo di culto dei normanni e per questa famosa galleria, della quale se ne è sempre parlato che da Bisacquino conduce al castello arabo di Battellaro anch'esso arabo che si trova nel nostro territorio. I Malcovenant, avrebbero potuto scegliere di vivere a Bisacquino od a Racalmuto. Scelsero Bisacquino, anche perché lì vi era un piccolo castello, che però poi in seguito sarebbe diventato uno dei grandi della Sicilia. A Bisacquino, portarono delle novità anche nei balli tradizionali. I Malcovenant pur essendo normanni, parlavano la lingua francese, in quanto provenivano dalla Normandia nel nord della Francia. C'è un libro scritto su quel periodo, non citato, neanche nelle note, da nessuna monografia su Bisacquino, che parla di due baroni, un Guglielmo e poi di un Roberto, scritto in francese; la traduzione in Italiano è del 1790, il titolo del libro è Storia della Sicilia. Il Lucia parla di un Goffredo come primo barone. In questo momento non ricordo l'autore. Il territorio di Bisacquino è quello che vi ho fatto vedere l'altra volta, con la cartina, con i territori di Raia, Terrusio, Patellaro e Bruca. Cartina che era stata prestata da un mio amico, che farà parte di una galleria il prossimo anno a Palermo. Dopo i Malcovenant, le proprietà del palazzo non passarono al Vescovo di Monreale ma alla famiglia Florena. Avendo un poco di tempo a disposizione, cercherò di scoprire quale fu il motivo per il quale passarono a questa famiglia. I Malcovenant c'è chi sostiene che persero le tre baronie perché caddero in disgrazia a corte; grazie al Lucia sappiamo invece che fu per un matrimonio combinato. 

Cerca nel blog