Francesco II di Borbone - Re del Regno delle Due Sicilie





1911 incendio fabbrica TRIANGLE-videoteca M.Monaco

Nel 1911 in un incendio nella fabbrica di Triangle morirono 140 persone alcune erano della nostra zona, di Marineo, di Sambuca di Sicilia, di Sciacca due di loro erano di Bisacquino Michela Nicolosi e Maria Anna Colletti. Da quel giorno migliorarono le condizioni delle donne in tutto il mondo. Auguri a tutte le donne del mondo oggi 8 marzo.

La regina che ha visitato il santuario della Madonna del Balzo




Mi piace parlarvi di Maria Cristina di Borbone che a Napoli oggi chiamano "A reginella Santa". Appartenente alla famiglia reale dei Savoia nel 1832 all'età di vent'anni sposò il re Ferdinando III di Borbone, ma marito e moglie avevano dei caratteri diversi. Maria Cristina un carattere molto serio, il marito un carattere molto estroso, nonostante questo però nell'insieme il matrimonio riuscì, anche se durò
solo quattro anni in quanto Maria Cristina nel dare alla luce il suo unico figlio Francesco si ammalò e morì all'età di ventiquattro anni.
Maria Cristina nei quattro anni che fu regina del regno delle due sicilie convinse il marito a non usare la pena di morte così anche quelli condannati furono graziati. Visitò tutto il regno e più volte risiedette a Ficuzza e si recò a Bisacquino. Una bella pittura che la ritrae a Ficuzza è stata realizzata in quel periodo dall'artista Patania e si trova a Trapani; nella scuola del carmine di Bisacquino già convento dei carmelitani si trova ancora oggi incisa nel marmo la prima visita intorno al 1800 della regina. Dei suoi viaggi a Bisacquino dove il marito si recava con il suo seguito per la caccia alla volpe a Santa Maria del Bosco si sa che la regina restò colpita del santuario realizzato in una grotta, per questo ritornata a Napoli le piaceva vivere a Capodimonte dove andava a pregare in delle grotte naturali o fatte costruire da lei imitando Santa Rosalia. Anche per questo riteneva la Sicilia uno dei migliori posti del suo regno. Allora molte donne non potevano sposarsi perchè non avevano una dote, la regina prese così sul serio questo fatto che quanto sapeva di una di queste storie si prodigava per aiutare queste ragazze a realizzare il loro sogno. Non era ben vista dal popolo del suo regno perchè non tollerava che le ballerine nelle operette ballassero senza calze che lei invece obbligò ad indossare, perchè riteneva che occorreva rispettare la dignità di tutte le donne; fece inoltre molte opere di carità per i malati i poveri e le persone in difficoltà; per questo vi fu qualche conflitto con il marito. Amante della musica passava alcune ore della giornata al pianoforte componendo anche delle belle musiche.
Quando all'età di ventiquattro anni morì tutta Napoli la pianse e partecipò commossa ai suoi funerali; il marito volle che lo stesso anno fosse aperto il processo di santità.
Nel 1994 da Papa Francesco è stata proclamata beata per un miracolo da lei compiuto.
 




Per conoscere la storia della Madonna del Balzo potete guardarvi questo video





Bisacquino di notte

Cerca nel blog